La storia di fra’ Orazio da Pennabilli che fino al 1994, quando il Dala Lama visito’ la sua casa natale, era praticamente sconosciuto. Una persona straordiaria  che impegno’ 33 anni della sua vita nel tentativo di evangelizzare il Tibet nel 1700. I suoi rapporti di amicizia con il VII Dalai Lama sono documentati da lettere e riconoscimenti. Luoghi, personaggi, documenti, studi, eventi.

Ultime News ed Eventi

  • ai tibetani in cerca di libertà

    Ieri a Pennabilli una bellissima giornata dedicata al rapporto tra il Tibet e questo piccolo ma straordinario paese dell’alto Montefeltro. Elio Marini ha guidato il gruppo attraverso un itinerario che ricordava i luoghi di padre Orazio Olivieri, cappuccino a Lhasa nel XVIII secolo, e assieme ai monaci di Gaden Jangtse

  • Storia della campana

    Le prime testimonianze dell´esistenza di una campana cristiana a Lhasa sono del 1904 e provengono da giornalisti inglesi: Edmund Candler del “Daily Mail” e Perceval Landon del “Times”, che accompagnarono la missione militare britannica sotto il comando del colonnello Francis Younghusband Edmund Candler scrive : “… i tibetani più istruiti

  • La campana di Lhasa a Pennabilli

    Il calco in gomma siliconica corredato delle misure (dimensioni, diametri, peso, ecc) è diventato tramite Mattia Vernocchi, un bravo artista di Gambettola, una campana di gesso che la fonderia Colbachini di Saccolongo (PD) ha utilizzato per realizzare la fusione in bronzo Infine i pennesi hanno realizzato la struttura in acciaio per

  • dett campana

    Tutto il calco minuto x minuto

    di Giampaolo Proni Non è facile, neppure oggi, arrivare in Tibet. Anche scendendo da un aereo e salendo su un’auto con l’autista, i 3500 metri di altezza rendono difficile salire qualsiasi piccola scala. Le prime notti ci si sveglia con il respiro affannoso, come dopo una corsa. L’appetito si affievolisce,

  • missio apostolica

    Progetto Orazio

    Fra’ Orazio Olivieri da Pennabilli, oltre ad essere un grande missionario, fu un autorevole studioso, capace di apprendere e padroneggiare una lingua sconosciuta, di tradurre alcuni dei suoi testi più importanti e di scrivere un vocabolario e una grammatica. Esplorò la religione e la civiltà del Tibet e avviò la