Non ci sono ancora commenti

Sabato 19 luglio 2014 è stato inaugurato un Chorten in uno spazio dedicato alla cultura tibetana ben conosciuta da fra’ Orazio della Penna..
Il Chorten o Stupa è un monumento spirituale visibile in tutti i paesaggi himalaiani e asiatici, simbolo della mente illuminata e del superamento di ogni ostacolo.

A Pennabilli in uno luogo incantevole, una vista dal monte Carpegna al monte Fumaiolo abbiamo ricavato uno spazio dedicato:
– al Tibet e ai tibetani che accolsero in pace e amicizia i missionari Cappuccini marchigiani dal 1707 al 1745; ospitarono per nove mesi fra’ Orazio da Pennabilli nel monastero di Sera, dove poté imparare la lingua colta tibetana sotto la guida di un Lama istruito e conoscere a fondo la mentalità e la cultura dei tibetani;il chorten visto dalla campana di lhasa
– a Kelsang Gyatso il VII Dalai Lama (1708-1757), che intrattenendo rapporti di stima e amicizia con fra’ Orazio da Pennabilli gli concesse di acquistare un terreno a Lhasa per costruire il convento e la chiesa, inaugurata il 15 agosto 1726, e il privilegio di diffondere liberamente la religione cristiana;
– a Tenzin Gyatso il XIV Dalai Lama, che ha donato a Pennabilli l’onore di due memorabili visite, il 15 giugno 1994 per visitare la casa natale di fra’ Orazio, e il 30 luglio 2005 per inaugurare la Campana di Lhasa.

Con l’augurio che al Tibet e ai tibetani venga riconosciuto il diritto all’autodeterminazione e possano ritrovare pace, libertà e prosperità.

Un ringraziamento a tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione: il sindaco Lorenzo Valenti e l’Amministrazione Comunale di Pennabilli, Matteo Guerrini, Elio Maffei, Pietro Dani, Giuseppe Giannini, Luca Fucili, Gastone Fucili, Cinzia Dori, Gianni …
Un particolare ringraziamento a Stefano Dallari, fondatore  della Casa del Tibet di Votigno di Canossa (RE), per avere donato il chorten da restaurare.

Guarda il video

Lascia un commento